I migliori misuratori di pressione: guida all’acquisto

Cittashop è il portale dedicato a chi intende acquistare piccoli e grandi elettrodomestici o articoli per la casa. Al suo interno potete trovare tutte le informazioni utili a compiere una scelta in linea con le vostre esigenze; approfondite guide all’acquisto e recensioni dei migliori prodotti. In questo articolo, tutto ciò che c’è da sapere su un apparecchio fondamentale per monitorare lo stato di salute delle persone a rischio di ipertensione: il misuratore di pressione.

 

Che cos’è il misuratore di pressione

Il misuratore di pressione, ufficialmente noto con i termini “sfigmometro” e “sfigmomanometro” è un apparecchio la cui funzione è misurare la pressione arteriosa e il battito cardiaco. Inventato sul finire dell’ottocento, utilizza il millimetro di mercurio come unità di misura, il cui abbreviativo è “mmHg”.

Il misuratore di pressione è un apparecchio medicale di fondamentale importanza, soprattutto per chi soffre di ipertensione. La pressione alta, infatti, aumenta il rischio di incorrere in problemi cardiaci, anche acuti e seri, dunque impone un monitoraggio frequente. Il misuratore di pressione rende rapida ed efficace tale attività di monitoraggio.

L’utilizzo del misuratore di pressione era in passato appannaggio di personale specializzato. Oggi, grazie allo sviluppo della tecnologia nella direzione dell’accessibilità, sono in commercio modelli molto semplici da usare, alla portata di chiunque. A patto che, ovviamente, si acquisiscano le basi minime di interpretazione. Queste possono essere riassunte con il seguente schema.

  • Pressione bassa: minima minore di 100 mmHg, massima minore di 65 mmHg
  • Pressione buona: minima da 11’ a 134 mmHg, massima da 65 a 84 mmHg
  • Pre-ipertensione: minima da 135 a 139 mmHg, massima da 85 a 89 mmHg
  • Ipertensione media: massima da 140 a 159 mmHg, minima da 90 a 99 mmHg
  • Ipertensione grave: superiore a 160 mmHg, minima superiore a 100 mmHg

L’utilizzo del misuratore di pressione dipende dalla tipologia. Tutti i modelli hanno però il punto in comune: la presenza di un bracciale, il quale va legato attorno all’arto superiore (all’avambraccio o al polso).

I misuratori di pressione possono essere manuali o digitali, da legare all’avambraccio o al polso. Il modello ancora oggi più diffuso nelle case degli italiani è quello manuale, e nello specifico quello aneroide.

 

Misuratore di pressione manuale vs digitale: pro e contro

La prima “dicotomia”, quando si parla di misuratore di pressione, è tra i modelli manuali e i modelli digitali. A dire il vero, esistono più modelli di misuratori di pressioni manuali, ma in questa sede ne analizzeremo solo uno, ovvero quello dedicato all’utilizzo casalingo e non riservato all’uso esclusivo da parte di personale medico: il misuratore di pressione aneroide.

Il misuratore di pressione è composto dal bracciale con chiusura/apertura a strappo, una valvola, il manometro con lancette.

Per misurare la pressione con o sfigmometro aneroide, il paziente deve stare seduto con le gambe divaricate (o al massimo disteso, mai in piedi). Il respiro deve essere regolare e i movimenti ridotti al minimo. Dopodiché si lega il bracciale al polso e lo si gonfia ruotando la valvola verso destra fino alla sua massima estensione. Le lancette cominceranno a scendere. La pressione massima consiste nel valore in cui la lancetta si trova al momento dell’inizio dei bip; la pressione minima consiste ne valore in cui la lancetta si trova al momento della fine dei bip.

Il pregio principale del misuratore di pressione aneroide è la sua precisione, nonostante la rilevazione avvenga secondo dinamiche prettamente meccaniche. Il difetto principale consiste nella facile deperibilità dei suo componenti. Spesso, infatti, il dispositivo va incontro a piccoli guasti che, seppur non immediatamente rilevabili dall’occhio umano, ne compromettono la precisione. Per esempio, il bracciale potrebbe perdere a sua elasticità o la valvola potrebbe essere parzialmente ostruita. Inoltre, è mediamente difficile da utilizzare, in quanto è necessario seguire – come abbiamo visto – una prassi specifica e un altrettanto specifico approccio alla lettura dello stetoscopio.

Il discorso è parzialmente diverso per ciò che concerne i misuratori di pressione digitali. In tutti i modelli, comunque, è assente il manometro, che è sostituito da una cassettina con display digitale. Il meccanismo, in realtà, è simile ai misuratori di pressione manuali, in quanto anche in questo caso la rilevazione dipende dalle dinamiche oscillometriche. Non a caso anche nei dispositivi digitali è presente il bracciale, il quale, una volta raggiunta una condizione di iper-estensione, rileva la pressione.

Non vi sono particolari differenze per ciò che riguarda la precisione. I misuratori di pressione digitali sono precisi quanto i misuratori di pressione manuali. Vi è però un vantaggio esclusivo: non si danneggiano facilmente. Ciò non solo rende i dispositivi più duraturi, ma limitano i casi in cui la lettura è viziata da uno dei tanti guasti che, come abbiamo visto, possono verificarsi nei misuratori manuali.

Inoltre, i misuratori digitali sono semplici da leggere, in quanto il risultato appare sul display e non occorre seguire le lancette o porre attenzione all’inizio e alla fine del segnale sonoro.

L’unico svantaggio consiste nel prezzo. I misuratori elettronici, infatti, sono mediamente più costosi dei misuratori manuali. La differenza è, in realtà, non molto rilevante, e quantificabile in pochi euro.

 

Misuratore di pressione da avambraccio vs da polso: pro e contro

L’altra dicotomia è quella tra misuratori da avambraccio e misuratori da polso. Questa dicotomia, in realtà, attiene solo ai dispositivi digitali, in quanto quelli automatici sono tutti da avambraccio.

I misuratori di pressione da polso sono molto recenti. La loro particolarità, che è poi il loro pregio più importante, consiste nell’ingombro, che è veramente minimo. Sono infatti molto piccoli. In genere, poi, sono completamente automatici: si schiaccia il pulsante di avvio e il bracciale di gonfia in automatico. A questi vantaggi fa da contraltare uno svantaggio: sono molto suscettibili ai movimenti. Sia chiaro, non è un difetto strutturale, bensì dovuto all’ubicazione stesso. E’ molto più facile, infatti, che il polso produca micro-movimenti rispetto all’avambraccio.

 

Come scegliere il misuratore di pressione

In linea di massima, a meno che non intendiate risparmiare persino su un apparecchio medicale di fondamentale importanza, è consigliabile l’acquisto del misuratore di pressione digitale. Come abbiamo visto, sono più semplici da leggere e, specie nella variante “da polso”, completamente automatici. Anche all’interno della categoria digitale, però, si apprezza una certa variabilità, il ché complica il processi di scelta. Ecco alcuni criteri che dovreste prendere in considerazione.

  • Funzionamento. Esistono misuratori automatici e misuratori parzialmente automatici. Se si utilizzano i primi, è necessario semplicemente premere il pulsante di accensione per gonfiare il bracciale. Se non vi sentite particolarmente pratici, o avete paura di sbagliare, puntate su questa tipologia.
  • Display. Ci sono display e display. Alcuni sono più comodi di altri, per esempio perché presentano dei numeri più grandi. Altri sono addirittura touch screen.
  • Funzioni. Alcuni modelli recente non si limitano a rilevare la pressione e le pulsazioni, bensì offrono una vasta gamma di funzioni. Tra le più diffuse spiccano la memorizzazione dei risultati, che registra misurazione dopo misurazione i valori rilevati (ottima in prospettiva monitoraggiio); la sveglia, che lancia un allarme per ricordare di misurare la pressione, se il monitoraggio è giornaliero; l’avviso di errore, grazie al quale l’apparecchio quando i valori sono falsati sa una scorretta misurazione; il sensore di movimento, che avverte quando i movimenti del braccio o del polso rischiano di invalidare la misurazione.
  • Accessori. Alcuni modelli presentano determinati accessori, i quali pur non modificando nulla delle prestazioni, facilitano le operazioni di monitoraggio. Le confezioni, per esempio, possono contenere anche un piccolo diario dove annotare i valori giornalieri. Altri accessori diffusi sono l’alimentatore opzionale o le batterie di riserva.

 

Tabelle di prezzo

PrezzoMeccanismoNumero accessori e funzioni
Fascia bassaDa 15 a 25 euroManualeBasso
Fascia mediaDa 25 a 40 euroDigitaleMedio
Fascia altaDa 40 euro in suDigitaleAlto

 

I migliori misuratori di pressione

Di seguito, una descrizione di alcuni tra i migliori prodotti per circolazione. Tratteremo un misuratore manuale, un misuratore digitale da avambraccio e un misuratore digitale da polso.

 

Il miglior misuratore di pressione manuale: Pic Classic StethoMed

Offerta
Pic Misuratore di Pressione Arteriosa Meccanico da Braccio con Stetoscopio
  • Misuratore di pressione arteriosa meccanico
  • Da braccio
  • Con stetoscopio

Il Pic Classic StethoMed è un misuratore di pressione manuale della tipologia aneroide. Il suo pregio, oltre che nella precisione (come da tradizione per questa tipologia di prodotto) sta nel prezzo, che è davvero basso. E’ con tutta probabilità uno dei meno costosi misuratori di pressione in circolazione.

Ovviamente, è suscettibile ai difetti della sua tipologia, e di cui abbiamo discusso ampiamente nei paragrafi precedenti: è di utilizzo non intuitivo, richiede una certa manutenzione, si rompe con relativa facilità. Sia chiaro, questo modello è resistente, per essere aneroide, però cede il passo rispetto ai più moderni misuratori digitali. Se guardiamo ai modelli della sua categoria, tuttavia, ha pochi pari.

 

Il miglior misuratore di pressione digitale da avambraccio: Laica BM2301W

Offerta
Laica BM2301 Misuratore di Pressione Sanguigna da Braccio Automatico, 120 Memorie Totali, Bianco/Silver
  • BM2301 - 120 memorie x 4 persone, 4x1.5V alkaline AA (included), LCD 55 x 82, bianco/nero
  • Codice Prodotto: B2_0169815

Il BM2301W della Laica è uno dei migliori misuratori di pressione. E’ digitale, da avambraccio e completamente automatico. Il suo utilizzo, quindi, è estremamente intuitivo. Non si dovrà fare altro che avvolgere il bracciale e premere il pulsante di accensione.

Uno dei tanti suoi pregi è la velocità. Rileva la pressione molto rapidamente, in pochi secondi, sicché è ridotto al minimo il fastidio derivante dalle operazioni di monitoraggio, specie quando questo deve essere costante e quotidiano.

Il Laica BM2301W è un apparecchio medicale completo. Oltre alla pressione arteriosa e i battiti, segnala la presenza di eventuali aritmie. Inoltre, è dotato di funzione di memorizzazione. Può memorizzare quattro profili alla volta, a ciascuno dei quali sono assegnati fino a 30 slot (per un totale di 120).

Il display, poi, è molto grande, il ché rende la lettura dei valori molto semplice, anche da parte di chi ha difficoltà a vedere da vicino.

Queste sono le specifiche tecniche del Laica BM2301W.

  • Dimensioni del prodotto: 16,3 x 11 x 6,5 cm
  • Peso: 560 gr
  • Dotazione: 1 misuratore, 1 bracciale di misura standard, 4 batterie, 1 custodia, 1 manuale di istrzioni
  • Dimensioni display: 5,5 x 8,2 cm
  • utenti memorizzabili: 4
  • Sistema di rilevazione aritmio
  • Alimentazione: 4 batterie AA (alcaline) da 1,5 V

 

Il miglior misuratore di pressione digitale da polso: Beurer SBM 03

Offerta
Beurer Sanitas SBM 03 Misuratore di Pressione da Polso
  • Misurazione completamente automatica della pressione e del battito cardiaco al polso, tempo di misurazione breve
  • Classificazione dei risultati di misurazione con scala colorata
  • Rilevazione aritmia: rileva il ritmo cardiaco e avverte in caso di possibile disturbo
  • Ampio display LCD con data e ora, dispositivo di arresto automatico
  • Per circonferenza polso di circa 14 - 19,5 cm; pratica custodia in dotazione

L’SBM 03 è un misuratore di pressione digitale. E’ un modello da polso, completamente elettronico. E’ pochissimo ingombrante e molto semplice da utilizzare. Inoltre, ha un presso piuttosto contenuto. Nonostante le sue prestazioni siano elevate, costa come un misuratore di fascia medio-bassa.

A differenza di molti altri modelli da polso, il Beurer SBM è poco suscettibile ai micro-movimenti. Le misurazioni sono quindi estremamente precise, a patto, ovviamente, di adottare tutte le accortezze del caso: posizione seduta, polso all’altezza del cuore etc..

Un altro pregio molto importante, e che condivide con pochi modelli, è l’estrema flessibilità del bracciale. Il manicotto del bracciale, infatti, di adegua a tutte le tipologie di polso. E’ adeguato ai polsi esili come ai polsi degli individui che soffrono di obesità (intervallo di circonferenza: 14-20 cm). In linea di massima, quindi, può essere utilizzato anche dai bambini.

Il display è molto grande, quindi può essere facilmente letto anche da chi ha problemi di vista. Inoltre utilizza una scala cromatica, la quale evidenzia la gravità dei valori riportati.

L’SBM 03 è adatto in tutte le situazioni. Il merito, tra le altre cose, va all’ampiezza dello spettro di misurazione, che abbraccia i valori più disparato. Per la precisione, registra tutti i valori compresi tra 60 e 260 mmHg per ciò che concerne la pressione massima; tra 40 a 199 per la pressione minima; da 40 a 180 per ciò che concerne i battiti al minuto.

Ecco la scheda tecnica del Beurer SBM 03.

  • Dimensioni del prodotto: 10,5 x 9,5 x 8,5 cm
  • Dimensioni del manicotto: da 14 a 20 cm
  • Rilevazione battiti cardiaci
  • Rilevazione aritmie
  • Alimentazione: 2 batterie AAA da 1,5 V