I migliori massaggiatori per i piedi: guida all’acquisto

Cittashop.it è il portale dedicato ai piccoli e grandi elettrodomestici, ai prodotti per la casa e la cura della persona. Al suo interno potete trovare consigli per gli acquisti, guide per scegliere gli articoli più adatti alle vostre esigenze e le recensioni dei migliori modelli. Oggi parliamo di un dispositivo fondamentale per il raggiungimento dello stato di benessere, per quanto ancora poco diffuso: il massaggiatore per il piedi.

 

Che cos’è il massaggiatore per i piedi

Il massaggiatore per i piedi è un dispositivo che, proprio come dice il nome, massaggia i piedi. Può essere di svariati tipo, non per forza elettrico. A prescindere dalle sue caratteristiche, e dalle eventuali tecnologie cui fa riferimento, il suo scopo è riprodurre, nei limiti del possibile, gli effetti di un vero massaggio per i piedi.

Perché acquistare un massaggiatore per i piedi? Il motivo è semplice: godere in tutta libertà, nel comodo della propria casa e senza ricorrere ai centri specializzati, di un massaggio ai piedi. O, almeno, di qualcosa che gli si avvicini. Da questo punto di vista, infatti, il contributo umano è solo parzialmente sostituibile.

Il massaggio ai piedi è un toccasana per il corpo e, perché no, anche per lo spirito. Tra i tanti vantaggi di un massaggio ai piedi spiccano i seguenti:

  • Riduzione dell’effetto dei piedi gonfi e della sensazione di pesantezza alle gambe. I piedi gonfi e doloranti rappresentano un problema comune, dovuto principalmente all’utilizzo di calzature poco confortevoli o al mantenimento per troppo tempo della posizione eretta. Un buon massaggio ai piedi, anche mediante massaggiatore, può lenire questo tipo di problema.
  • Riattivazione della circolazione sanguigna. Il dolore ai piedi può essere determinato dai problemi di circolazione. Ovviamente, un massaggio non risolve il problema alla radice, ma certo ne riduce grandemente gli effetti e può, momentaneamente, riattivare la circolazione.
  • Riduzione dello stress e dell’ansia. Massaggio è sinonimo di rilassamento. Viene effettuato non solo per far fronte a problemi di circolazione, a dolori acuti, contratture etc. ma molto banalmente per godere di un po’ di relax. Da questo punto di vista, il massaggio è uno strumento utile a sciogliere l’ansia.
  • Attenuazione dei disturbi alle gambe delle donne in gravidanza. Le donne gravide lamentano spesso di problemi ai piedi, dovuti principalmente a problemi di natura circolazione e all’accumulo di liquido linfatico. Un buon massaggio può ridurre la sintomatologia.
  • Totale assenza di controindicazioni. Il massaggio, se fatto bene, non ha alcun effetto collaterale. Certo, è bene non improvvisarsi massaggiatori, pena la comparsa di fastidiose contratture. Nel caso del massaggiatore elettrico, però, questo rischio è praticamente assente, in quanto tutti i modelli sono testati prima di essere messi in commercio.

In questo contesto, il massaggiatore per i piedi risulta un buon surrogato del classico massaggio realizzato da un esperto “umano”. In primo luogo, per il risparmio. Anche il più costoso dei dispositivi, infatti, vi costerà meno rispetto alle sedute in un centro massaggi. Secondariamente, per la comodità, poiché consente di godere di un massaggio senza muovervi da casa. Infine, per la comodità, anche a livello di tempo. Ovviamente, potete utilizzare il massaggiatore quando più vi aggrada: prima di andare a dormire, dopo un allenamento, il tutto compatibilmente ai vostri impegni.

 

Il massaggiatore per i piedi manuale: pro e contro

Come abbiamo detto, esistono svariati tipi di massaggiatori “artificiali”. Una tipologia molto interessante è quella dei massaggiatori manuali. Questi, come si evince facilmente, non fanno uso di energia elettrica bensì fanno riferimento a dinamiche di tipo meccanico. Della categoria fanno parte, per esempio, i massaggiatori a rullo, o anche le palline massaggiati. A prescindere dai modelli, tutti hanno in comune una caratteristica: per funzionare, e quindi per produrre l’effetto massaggiante necessitano dell’intervento umano. Insomma, chi intende fruire dell’effetto massaggiante “deve fare qualcosa”. In linea di massimo, il contributo umano si riduce nel posizionare il piede sul dispositivo e muoverlo avanti e indietro. E’ il caso del massaggiatore a rullo: il movimento dell’arto produce lo scorrere dei rulli, il cui attrito sulla cute produce a sua volta l’effetto massaggiante. Lo stesso vale per le palline massaggianti.

Il pregio dei massaggiatori manuali è il costo, che è davvero irrisorio. D’altronde, non vi è alcun meccanismo elettrico e benché meno elettronico che possa far lievitare i costi. Si parla di una decina di euro per le palline massaggianti e di qualche decina per i massaggiatori a rullo. Qualche parola va spesa sul materiale: più il materiale è “pregiato”, maggiore è il costo. Anche per questo motivo, le palline, essendo in plastica, costano di mano. In genere, però, si tende a preferire il legno.

Un altro pregio consiste nella loro capacità di durare nel tempo. In genere, i meccanismi elettrici tendono a guastarsi, prima poi. In questo caso, vista l’assenza di elementi di questo tipo, il problema non sussiste.

I massaggiatori manuali presentano però degli svantaggi, rispetto alle altre categorie. In primo luogo, come già anticipato, richiedono comunque l’intervento umano, il ché può essere reputato fastidioso. Insomma, con questi dispositivi il massaggio è comunque un’attività, piuttosto che un trattamento passivo. Secondariamente, essendo apparecchi poco complessi, il loro effetto è buono ma non eccellente. Sia chiaro, producono una certa sensazione di benessere, ma siamo lontanissimi dall’effetto scaturito dai massaggi “umani” e abbastanza lontano dall’effetto dei massaggiatori elettrici.

 

Il massaggiatore per i piedi ad acqua: pro e contro

Questa tipologia di massaggiatori sfrutta l’azione dall’acqua per produrre un effetto massaggiante. Sono dispositivi elettrici, quindi già molto più complessi rispetto alla categoria manuale. Il loro funzionamento, nonché il meccanismo di azione, ricorda quello dell’idromassaggio. Per questo motivo, vengono chiamati anche “idromassaggiatori per i piedi”. Sono tra i dispositivi più apprezzati da chi intende garantirsi, a casa e gratuitamente, un massaggio o un trattamento che comunque ne riproduca gli effetti. In giro si trovano i modelli più disparati, alcuni anche molto tecnologici, ma in linea di massima sono tutti in grado di agire su:

  • Circolazione sanguigna: i rulli vengono riscaldati con getti d’aria o con la luce a infrarossi, in modo da riattivare la circolazione sanguigna per mezzo del calore;
  • Calli e duroni: l’acqua calda genera un effetto risolutivi su questo genere di disturbi. Da questo punto di vista, sono indicati gli idromassaggiatori che consentono di regolare la temperatura dell’acqua;
  • Affaticamento: il senso di affaticamento può essere combattuto generando un effetto rilassante. L’acqua calda, specie se la temperatura è ottimale, scioglie lo stress sia fisico che mentale.

Tutti i massaggiatori elettrici ad acqua per i piedi, inoltre, si caratterizzano per la presenza dei rulli. Sono questi, infatti, a realizzare concretamente il massaggio. A differenza dei modelli manuali, i rulli vengono azionati elettricamente.

Questo genere di dispositivo non presenta quasi nessuna controindicazione. Ovviamente, va evitato l’abuso. In primo luogo, perché il piede potrebbe risentire dell’eccessivo e prolungato contatto con l’acqua, con riferimento ai classici problemi cutanei da sovraesposizione in un fluido. Secondariamente, il dispositivo potrebbe andare incontro ad usura e rompersi. Va ricordato, inoltre, che il massaggio “automatico” non ha alcuna validità terapeutica, bensì contribuisce semplicemente a generare una sensazione di rilassamento e ad attenuare certi sintomi. Se per esempio, quindi, soffrite di circolazione sanguigna, l’idromassaggiatore non è la soluzione.

 

Il massaggiatore per i piedi elettrico: pro e contro

I massaggiatori elettrici sono dispositivi sofisticati, complessi quanto quelli ad acqua, che a differenza di quest’ultimo però non utilizzano alcun tipo di fluidi. Il meccanismo di funzionamento si basa sui dei rulli, sui quali vanno poggiati i piedi. Questi rulli si muovono automaticamente, generando l’effetto massaggiante. A seconda del design e, più in generale, del modello, i massaggiatori elettrici intervengono sulle sole piante, sui lati e, in alcuni casi eccezionali, anche sul polpaccio.

La caratteristica che distingue questa tipologia è, oltre che un efficacia elevata, il costo. Il loro prezzo è senz’altro più alto rispetto ai modelli manuali e spesso più elevato anche rispetto agli idromassaggiatore. Oltre a questo svantaggio, che comunque è giustificato dalle prestazioni, si segnala anche una certa sensibilità all’abuso. In parole povere, i massaggiatori elettrici sono a rischio rottura, se vengono utilizzati in maniera troppo intensiva o senza criterio. Si tratta, pur sempre, di dispositivi elettrici e per questo motivo soggetti a guasti. Questo problema, per inciso, è assente per ovvie ragione nei massaggiatori manuali.

Esistono svariate tipologie di massaggiatori elettrici per i piedi in commercio. Tuttavia, alcuni elementi sono molto comuni, e rintracciabili in quasi tutti i modelli.

  • Superficie ruvida. Ovviamente, non così ruvida da produrre fastidio o peggio solletico. La superficie antiscivolo aumenta il comfort e la comodità, sicché chi utilizza il dispositivo non deve applicare nessuna forza per mantenere il piede in sede.
  • Velocità modulabile. Buona parte dei massaggiatori elettrici consentono di modulare la velocità dei rulli. Questa è essenziale per impostare il trattamento su un livello rilassante piuttosto che rinvigorente.
  • Display. Molti massaggiatori elettrici, soprattutto i più recenti, hanno una interfaccia a display, improntata sui canoni dell’accessibilità e della comprensibilità. Inoltre, è quasi sempre presente un telecomando, in modo da poter impostare la macchina a proprio piacimento senza doversi piegare.
  • Funzione riscaldante. Il calore è un toccasana per la produzione dell’effetto rilassante. Non a caso alcune tradizioni orientali si basano sull’azione del calore (es. massaggio per mezzo di pietre riscaldate). I massaggiatori elettrici nella maggior parte dei casi sfruttano il calore, riscaldando i rulli.

 

Come scegliere il massaggiatore per i piedi

Come abbiamo visto, l’offerta è piuttosto abbondante ed eterogenea. Dunque, come fare a scegliere il prodotto più adatto alle proprie necessità. Per rispondere a queste domande è necessario… Farsi delle domande. Ecco quali.

Qual è il mio budget?

I prezzi possono essere molto variabili. Si va dai pochi euro delle palline massaggiante alle parecchie centinaia di euro dei massaggiatori elettrici più performanti e ricchi di funzioni. Dunque, prima ancora di mettersi a sfogliare i cataloghi, occorre capire quale sia la propria capacità di spesa, oppure molto banalmente verificare quanto si è disposti a spendere. A tal proposito, va comunque ricordato che anche i modelli più costosi producono un risparmio, se l’alternativa è rivolersi con una certa assiduità a un centro massaggi. Va anche ricordato, però, che gli effetti benché simili non sono paragonabili. Il massaggiatore elettrico surroga ma non sostituisce il massaggio per così dire umano.

Ho problemi fisici o voglio solo rilassarmi?

Qui la questione si complica. Fermo restando che il massaggiatore elettrico non ha alcuna efficacia terapeutica e, fatta eccezione per alcuni modelli ultra-tecnologici, non può essere considerato un presidio medico, la presenza di patologie o comunque disturbi fisici potrebbe influire sulla scelta del modello. Nello specifico, se soffrite di problemi di circolazione, avete spesso i piedi gonfi etc. dovreste puntare ai dispositivi elettrici, meglio ancora se ad acqua. Se invece cercate solo uno strumento per rilassarvi dopo una giornata faticosa, o mentre fate altro (es. guardare la tv), potete prendere in considerazione i modelli manuali, che tra le altre cose sono anche poco costosi.

Quanto intendo utilizzare il massaggiatore?

Abbiamo giù specificato che l’abuso è sempre sconsigliato. Lo è, però, soprattutto se si utilizza il massaggiatore elettrico e l’idromassaggiatore. In primo luogo perché, nel caso dei modelli ad acqua, il contatto prolungato della pelle con l’acqua può causare qualche problema; secondariamente perché i modelli potrebbero rompersi. Tuttavia, se avete intenzione di utilizzarli frequentemente (ma sia chiaro, nei limiti della norma), puntate ai modelli più performanti, anche a costo di pagare di più. A tal proposito, va specificato che i modelli più performanti possono superare anche i 500 euro di prezzo, quindi ponderate bene l’acquisto.

 

Tabelle di prezzo

Massaggiatori per i piedi manuali Da 8 a 20 euro
Massaggiatori per i piedi ad acqua Da 50 a 100 euro
Massaggiatori per i piedi elettrici Da 70 a 500 euro

 

I migliori massaggiatori per i piedi

In questo paragrafo tratteremo alcuni dei migliori massaggiatori in circolazione, categoria per categoria.

 

Il miglior massaggiatore per i piedi manuale: Croll & Denecke

Croll & Denecke - Rullo massaggiante per i piedi, in legno, 2 file da 5 rulli ciascuna
  • Natural Touch massaggio per i vostri piedi
  • vitalisierend, favorisce la circolazione del sangue
  • Circa: 27 x 18 cm.

Il Croll & Denecke è un massaggiatore peri piedi manuale, realizzato in legno. Oltre a essere uno strumento utile per produrre rilassamento e riattivare la circolazione sanguigna, è anche un oggetto dal design particolare. Il legno, c’è da dire, fa molto da questo punto di vista.

Il Croll & Deneck è composto a ben dieci rulli, disposti su cinque file. L’aderenza al piede è quindi perfetta, mentre l’effetto è ben distribuito su tutta la superficie plantare.

E’ un massaggiatore manuale molto leggero: pesa infatti poco più di mezzo chilo. E’ inoltre poco ingombrante: misura 27 centimetri in larghezza e 18 in lunghezza. Il costo, infine, è davvero abbordabile, come da tradizione per questa categoria di massaggiatori.

 

Il miglior massaggiatore per i piedi ad acqua: Homedics FS-250-EU

Offerta
Homedics FS-250-EU Idromassaggiatore Plantare e Massaggio con o senza Acqua, Scalda e Mantiene l'Acqua Calda, Magnetoterapia, 4 magneti posizionati nei punti base della riflessologia
  • Attivatore della circolazione 4 in 1
  • 2 accessori per la pedicure
  • 4 rulli massaggianti integrati
  • Dispositivo per scaldare l'acqua e mantenerla in temperatura durante l'utilizzo
  • Timer manuale per scegliere i tempi di trattamento

Questo apparecchio stupisce innanzitutto per il rapporto qualità prezzo. E’ in grado, infatti, di esprimere prestazioni eccellenti, il tutto a un costo che quasi si avvicina ai massaggiatori manuali, e che si riduce in qualche decina di euro. L’Homedics FS-250-EU è il punto di riferimento per chi vuole garantirsi massaggi ai piedi nella comodità di casa propria in virtù di alcuni vantaggi, ecco quali.

  • Tripla funzione. Il dispositivo è un idromassaggiatore ma allo stesso tempo un massaggiatore elettrico “classico” (funzione vibrante) e un apparecchio magnoterapico. Per inciso, la magnoterapia è un trattamento che, mediante la manipolazione del campo magnetico, rivitalizza le cellule, restituendo equilibrio alla membrana cellulare e producendo un certo sollievo in caso di dolori e infiammazione.
  • Quadruplo bocchettone. Il dispositivo conta ben quatto bocchettoni, in modo da produrre un maggior numero di bolle.
  • Numero elevato di rulli. Il massaggiatore contiene ben quattro rulli, che rappresentano un numero sufficiente per produrre un effetto massaggiante più che soddisfacente.
  • Dimensioni. Il massaggiatore è molto grande, il ché lo rende adatto anche a chi ha una taglia del piede al di sopra della norma.
  • Accessori pedicure. Il dispositivo contiene anche accessori in pietra pomice dalla grana grossa e fine, per una maggiore sensazione di delicatezza.

 

Il miglior massaggiatore per i piedi elettrico Homedics FM-TS9-EU

Offerta
Homedics FM-TS9-EU Massaggiatore Plantare Shiatsu Deluxe con 18 Nodi, Opzione Calore, Tasto di Accensione Facile da Premere
  • Massaggio plantare per donare sollievo a piedi stanchi e affaticati
  • Calore distensivo per alleviare la tensione dei muscoli
  • 18 nodi rotanti con 3 testine ciascuno donano ai tuoi piedi un massaggio rinvigorente ed efficace
  • Tasto di accensione facile da premere anche con il piede
  • Piedini regolabili per un massaggio più confortevole

Il FM-TS9-EU è un prodotto ambizioso. Il motivo è il seguente: replica i principi della riflessologia plantare su un dispositivo elettronico. Per inciso, la riflessologia plantare è la disciplina che associa a uno specifico punto della pianta del piede un altrettanto specifico organo del corpo umano. Secondo la riflessologia plantare, quindi, massaggiando, per esempio, la pianta centrale della superficie plantare si produrranno benefici per l’intestino; massaggiano la zona sotto al quinto dito si avranno benefici per l’articolazione della spalla etc.

Come fa l’Homedics FM-TS9-EU ad applicare i principi della riflessologia plantare? Molto semplicemente, suddividendo in porzioni ben determinate la superficie dell’apparecchio, le quali possono essere attivate singolarmente.

Il dispositivo agisce mediante l’effetto vibrante e il calore. La superficie, quindi, si riscalda e, allo stesso tempo, vibra. Presenti, ovviamente, i rulli. Questi sono “nascosti” sotto la superficie ma riescono comunque a produrre un effetto più che positivo, di tipo rinvigorente.

L’Homediscs FM-TS9-EU è molto semplice da utilizzare, anche perché è presente un comodo telecomando. Si può accendere, volendo, anche con il piede.

Va segnalato, infine, il costo, che è davvero alla portata di tutti. Ciò è un fatto sui generis, per la categoria. I massaggiatori elettrici, infatti, raggiungono spesso il centinaio di euro, mentre è possibile portarsi a casa questo dispositivo della Homedics con una sessantina di euro.

L’unico difetto, se così si può chiamare, è la mancanza dell’acqua. Tuttavia, è normale: l’acqua è appannaggio esclusivo degli idromassagiatori.