I migliori aerosol: guida all’acquisto

Cittashop.it è il portale dedicato a chi intende acquistare piccoli e grandi elettrodomestici, articoli per la cura delle casa e della persona. Qui potete trovare consigli per gli acquisti, guide e tutorial, recensioni degli utenti e di esperti. In questo articolo parliamo di un dispositivo fondamentale per la cura di alcune malattie dell’apparato respiratorio: l’aerosol.

 

Cos’è l’aerosol

L’aerosol per “uso medico” (questo è il nome ufficiale) è un dispositivo terapeutico il cui scopo è curare alcune patologie dell’apparato respiratorio, o comunque lenirne i sintomi. L’aerosol è ampiamente utilizzato per il trattamento dell’asma, della tosse e delle infiammazioni che interessano gli organi dell’apparato respiratorio. Nel corso degli anni, grazie al progresso tecnologico che ha coinvolto anche questo tipo di dispositivo, ha dimostrato ampiamente la sua efficacia. Non stupisce, quindi, la grande diffusione cui è andato incontro fin dalla suo esordio nel mercato sanitario.

Il funzionamento dell’aerosol è abbastanza semplice. A prescindere dai modelli, i quali possono comunque differire sotto molti aspetti, ciascun aerosol è dotato di un nebulizzatore, il cui scopo è – appunto – nebulizzare un farmaco in forma liquido. Mediante la nebulizzazione, il liquido si scompone in particelle piccolissime, di dimensione inferiore al micron (millesimo di millimetro), le quali vengono aspirate. Le particelle, proprio in virtù delle loro dimensioni minime, sfuggono alla forza di gravità e vengono inalate dal paziente nella loro interezza. L’assorbimento del farmaco è dunque completo. Proprio da ciò deriva l’efficacia dell’aerosol.

Nonostante la sua efficacia, gli aerosol, persino i più performanti, vantano non solo pregi ma anche difetti.

I vantaggi dell’aerosol

Il vantaggio più importante, come già anticipato, sta nell’efficacia, la quale è determinata dalla percentuale di assorbimento del principio attivo, che è nell’ordine del 90-100%. Ciò dà un importante impulso alle terapie e ne abbrevia la durata.

Un altro vantaggio risiede nella versatilità. L’aerosol, a prescindere dal modello e dalla tecnologia di riferimento, consente di curare un gran numero di malattia. Sono numerosi, infatti, i farmaci che possono essere soggetti a nebulizzazione: cortisonici, antibiotici, antinfiammatori, antiallergici, antiasmatici, mucoltici, broncodilatatori etc. Dunque, l’aerosol consente di curare un gran numero di malattie, le più comuni sono la rinite, la sinusite, la tonsillite, il raffreddore, la bronchite, la polmonite, la tracheite, la pertosse e la pericolosissima malattia polmonare cronica ostruttiva.

Gli svantaggi dell’aerosol

Gli unici svantaggi sono legati all’igiene e all’uso. Quest’ultimo, in particolare, non molto intuitivo. Dunque, per evitare che l’efficacia del dispositivo risulti compromessa, è necessario “imparare” a usare l’aerosol.

Per ciò che concerne l’igiene, è un dispositivo che va pulito con cura a ogni utilizzo. In caso contrario, potrebbe risultare persino pericoloso. La pulizia e la manutenzione dell’aerosol sono anch’esse poco intuitive. Per esempio, è assolutamente sconsigliato asciugare il dispositivo con un tessuto. Inoltre, va bandito qualsiasi tipo di detersivo.

 

Tipologie di aerosol

I modelli di aerosol si distinguono, oltre che per le prestazioni, soprattutto per la tecnologia di nebulizzazione. Ecco le tipologie di aerosol più diffuse, secondo il criterio della nebulizzazione.

Aerosol ad aria compressa

I modelli di aerosol ad aria compressa sono dotati di un compressore. Questo comprime l’aria e la spinge all’interno dell’ampolla dove si trova il farmaco. All’interno dell’ampolla, e in virtù dell’azione dell’aria compressa, il medicinale si scompone in particelle sottilissime, pronte per essere inalate.

Il pregio di questa tipologia risiede nel costo. Infatti, gli aerosol ad aria compressa costano mediamente meno rispetto alle altre tipologie. Inoltre sono piuttosto robusti e in grado di durare nel tempo.

Di contro, presentano alcuni svantaggi. In primo luogo, sono parecchio ingombranti, almeno in confronto agli altri modelli di aerosol. Secondariamente, impiegano un tempo maggiore a nebulizzare il farmaco. Ciononostante, gli aerosol ad aria compressa rappresentano la tipologia più diffusa in assoluto.

Per inciso, gli aerosol ad aria compressa sono noti anche con il termine “aerosol pneumatici” o “aerosol a pistone”.

Aerosol ad ultrasuoni

Nel caso degli aerosol ad ultrasuoni, la nebulizzazione avviene per mezzo di un processo fisico del tutto diverso. Protagonisti, nella fattispecie, sono gli ultrasuoni. Sono loro, infatti, a sgretolare la struttura del farmaco e a dividerlo in micro-particelle. Nello specifico, gli ultrasuoni vengono prodotti a partire da un trasduttore, che trasforma – appunto – l’energia elettrica in ultrasuoni.

Gli aerool ad ultrasuoni hanno il pregio di essere poco ingombranti. Infatti, il trasduttore è più piccolo del compressore. Inoltre, nebulizzano il farmaco assai più velocemente e sono silenziosi. I difetti strutturalmente insiti in ogni aerosol ad ultrasuoni sono due: il costo, piuttosto elevato rispetto i modelli ad aria compressa, e soprattutto l’incompatibilità con alcuni farmaci. Gli ultrasuoni, infatti, tendono a riscaldare le sostanze, dunque non possono essere utilizzati per nebulizzare i farmaci che potrebbero essere compromessi da un aumento della temperatura.

Aerosol con membrana vibrante

E’ la tipologia di più recente invenzione, dunque la più efficace in assoluto. La nebulizzazione avviene per mezzo di una membrana oscillante e porosa. Questa tipologia, poi, si caratterizza per la presenza di un boccaglio, il quale sostituisce la classica mascherina.

Gli aerosol con membrana vibrante sono molto piccoli, persino più piccoli dei modelli ad ultrasuoni. Inoltre nebulizzano molto rapidamente e senza riscaldare in farmaco. L’unico difetto risiede nel costo. Il loro prezzo, infatti, è di gran lunga superiore alle altre tipologie.

 

Come scegliere l’aerosol

Ecco alcuni elementi sulla base dei quali è bene scegliere l’aerosol più adatto alle proprie esigenze.

Tecnologia

Delle tre tipologie, le quali corrispondono ciascuna a una determinata tecnologia di nebulizzazione, la migliore è quella rappresentata dagli aerosol con membrana vibrante. Tuttavia, visto il loro costo proibitivo, la scelta potrebbe risultare circoscritta ai modelli ad aria compressa e ad ultrasuoni. Quali scegliere tra i due? il consiglio è di optare per gli aerosol ad ultrasuoni, più veloci ed efficaci.

A esclusione, però, di un caso: quando l’aerosolterapia prevede l’impiego di farmaci termosensibili, ovvero che rischiano di rovinarsi se sottoposte a temperature elevate. Come già specificato nel paragrafo precedente, infatti, gli ultrasuoni tendono a riscaldare il farmaco.

Velocità

La velocità è un criterio importante quando si sceglie l’aerosol. Naturalmente, è connessa con la tecnologia di nebulizzazione. Come abbiamo già specificato, gli aerosol più veloci sono quelli ad ultrasuoni e con membrana oscillante. Proprio questi modelli sono in grado di nebulizzare una maggiore quantità di farmaco, posta una specifica unità di tempo (in genere si usa il minuto).

Ad ogno modo, gli aerosol più performanti da questo punto di vista sono in grado di nebulizzare fino a 0,5 ml di farmaco al minuto. I meno performanti, invece, ne nebulizzano una quantità nettamente inferiore, pari a 0,2 ml. Nei modelli ad aria compressa, poi, occorre fare riferimento a un altro elemento, per avere una idea della velocità: la pressione con cui l’aria viene spinta all’interno della bolla. Essa deve essere compresa tra 0,6 e 2 atmosfere.

Funzioni

Gli aerosol possono essere valorizzati dalla presenza di alcune funzioni aggiuntive, le quali migliorano l’esperienza d’uso e, all’occorrenza, implementano le garanzie di sicurezza. Ecco le funzioni aggiuntive che più frequentemente si trovano all’interno di aerosol.

  • Spegnimento automatico. Si tratta di una funzione importante in quanto protegge il dispositivo dall’usura che segue, in genere, a un utilizzo poco prudente. Infatti, quando il dispositivo viene lasciato acceso, magari per distrazione, anche dopo che il farmaco è stato completamente nebulizzato, rischia di rompersi. La funzione di spegnimento automatico determina la chiusura spontanea del dispositivo una volta rilevata l’assenza del farmaco per dieci minuti.
  • Doccia nasale. Alcuni modelli presentano questa funzione. Essa letteralmente pulisce le vie nasali, in modo da evitare qualsiasi ostruzioni da eccesso di muco. Si tratta di una funzione importante soprattutto se ad utilizzare l’aerosol sono i più piccoli, soggetti più degli adulti a problemi respiratori causati da una presenza eccessiva e cronica di muco.
  • Selezione dell’intensità. Questa funzione è riservata, a dire il vero, solo ai modelli ad aria compressa. In genere sono presenti tre livelli di intensità. La ragion d’essere di questa funzione risiede nel fatto che il meccanismo ad aria compressa, se operante a pieno regime, può causare fastidio. Alcuni pazienti, quindi, potrebbero preferire potenze più basse.

Accessori

Buona parte degli aerosol presentano in dotazione alcune componenti di riserva. Ecco i più diffusi.

Boccaglio. E’ preferito nel caso di patologie che colpiscono la parte inferiore dell’apparato respiratorio. Ovviamente, se si usa il boccaglio l’inalazione avviene non per via nasale bensì respiratoria.

Mascherina. E’ bene che tale componente si adatti alle dimensioni e alla conformazione del viso di chi usa l’aerosol. Il rischio, infatti, è che a causa di una scarsa compatibilità le particelle, anziché essere inalate correttamente, si disperdano.

Erogatore nasale. Consente una inalazione completa per via nasale. Viene infilato nelle narici e si accompagna all’applicazione della mascherina.

Serbatoio per il farmaco. Alcuni modelli hanno in dotazione dei serbatoi usa e getta, altri invece serbatoi per un utilizzo più prolungato.

Praticità d’uso

Per analizzare la praticità d’uso dell’aerosol è necessario prendere in considerazione alcuni elementi.

  • Vano porta-accessori. Si tratta di un elemento che garantisce ordine e riduce l’ingombro. Certamente, un’aggiunta molto utile.
  • Rumorosità. I modelli meno rumorosi sono quelli ad ultrasuoni e con membrana oscillante. Questi producono una emissione acustica pari a 45-50 dB. I modelli ad aria compressa, invece, producono fino a 65 dB.
  • Dimensioni. Ovviamente, più il dispositivo è piccolo e leggero, meglio è. Questi elementi – dimensioni e peso – assumono una importanza significativa soprattutto se si usa il dispositivo in viaggio, o quando si soggiorna per lunghi periodi fuori di casa.

 

Tabella dei prezzi

Prezzo
Aerosol ad aria compressa da 10 a 60 euro
Aerosol a ultrasuoni da 30 a 90 euro
Aerosol con membrana vibrante da 70 a 150 euro

 

I migliori aerosol

Di seguito, descriviamo gli aerosol dal miglior rapporto qualità prezzo.

 

L’aerosol ad aria compressa con il miglior rapporto qualità prezzo: Laica NE2003

Offerta
Laica NE2003 Aerosol a Pistone, Bianco
  • Ideale per il trattamento di disturbi polmonari, tracheiti, bronchiti, sinusiti, allergie e raffreddori
  • Estremamente rapido
  • Le microgoccioline raggiungono la parte più profonda del tratto respiratorio (polmonibronchi)

Laica NE2003 è un aerosol dall’ottimo rapporto qualità prezzo. Le sue specifiche rivelano prestazioni più che buone, almeno rispetto alla tipologia di riferimento (aria compressa).

Ecco le caratteristiche principali di Laica NE2003.

  • Dimensioni ridotte. Il Laica NE2003 è un aerosol molto piccolo e leggero. Può essere quindi maneggiato con facilità. Nello specifico, misura 20 x 16 x 12 cm e pesa 1,3 kg.
  • Produzione acustica contenuta. A differenza della maggior parte degli aerosol ad aria compressa, che di caratterizzano per una rumorosità accentuata, Laica NE2003 è abbastanza silenzioso. La produzione acustica, infatti, è al di sotto della media per la sua categoria e nello specifico pari a 58 dB.
  • Rapidità di nebulizzazione. Laica NE2003 nebulizza circa 0,35 ml di farmaco al minuto. Una quantità, questa, superiore alla maggior parte degli aerosol ad aria compressa e vicina a quella che caratterizza i più performanti aerosol ad ultrasuoni e con membrana oscillante.
  • Filtro di aspirazione professionale. Il filtro ha un passo di 50-70 micron e contribuisce a scomporre il farmaco in particelle piccolissime, pari a 0,261 micron.
  • Pressione d’esercizio contenuta. Come tutti gli aerosol ad aria compressa, anche Laica NE2003 esercita una pressione all’interno dell’ampolla. Essa, in particolare, si posiziona nell’intervallo ideale. Per la precisione, la pressione prodotta da Laica NE2003 è pari a 0,6 atmosfere.

 

L’aerosol a ultrasuoni con il miglior rapporto qualità prezzo: Laica MD6026

Offerta
Laica MD6026 Aerosol ad ultrasuoni
  • Alimentazione:INPUT: 100-240V ~ 50-60Hz, 0.15A;OUTPUT: 13,5V, 1A
  • Frequenza ultrasuoni: 1,7 MHz
  • Capacità nebulizzazione: circa 0.4 ml/minuto
  • Percentuale di aerosol dell'inalazione: 60% delle particelle < 5 μm
  • Grandezza media delle particelle: 3.4 μm

Laica MD6026 è un aerosol a ultrasuoni di ottima fattura e ciononostante viene venduto a un prezzo molto basso, simile a quello degli aerosol ad aria compressa. Si caratterizza per una efficienza spiccata, come peraltro risulta evidente dalle specifiche tecniche.

  • Rapidità di nebulizzazione. Come da tradizione per gli aerosol ad ultrasuoni, anche Laica MD6026 si distingue per la quantità di farmaco nebulizzata al minuto. Nello specifico, il dispositivo è in grado di nebulizzare fino a 0,4 ml di medicinale in 60 secondi. Una quantità, questa, leggermente superiore alla media per la sua categoria.
  • Capacità nebulizzante. Laica MD6026 si distingue per l’efficacia nebulizzante. I medicinali vengono scomposti in particelle sottilissime, di grande pari a 0,34 micron. Ciò consente una inalazione completa del principio attivo e una accelerazione del processo terapico.
  • Silenziosità. Laica MD6026 è molto silenzioso. E’ responsabile, infatti, di una emissione acustica molto bassa, in grado di non ridurre il fastidio al massimo. La produzione acustica è infatti pari a 45 db. Il dispositivo, quindi, può essere utilizzato anche di sera o di notte, senza temere di disturbare il sonno altrui.
  • Accessori. Laica MD6026 ha in dotazione ben 40 ampolle monouso. Esse sono più che sufficienti per sostenere le terapia standard per il trattamento di malattie non croniche dell’apparato respiratorio. Tra parentesi, le ampolle monouso sono più pratiche, sicure ed igieniche rispetto a quelle “ricaricabili”.
  • Versatilità. Tra gli accessori spicca anche la mascherina per i bambini. Laica MD6026 può quindi essere utilizzata da tutti, a prescindere dall’età. Questo è un punto a favore del dispositivo, dal momento che gli aerosol sono spesso destinato all’uso di una specifica categoria di persone (o bambini, o ragazzi o adulti).

 

L’aerosol con membrana oscillante con il miglior rapporto qualità prezzo: Beurer IH 50

Offerta
Beurer IH 50 Inalatore a Membrana Oscillante
  • Tecnologia a membrana oscillante, adatto per portarlo in viaggio, silenzioso e di utilizzo molto semplice
  • Per il trattamento delle vie respiratorie superiori e inferiori, raffreddore, asma, malattie alle vie respiratorie
  • Elevata percentuale di particelle diffuse nei polmoni, orientabile di 45 gradi
  • Tempo di inalazione breve, disinfettabile, arresto automatico, prodotto medicale
  • Accessori completi: boccaglio, mascherina adulto, mascherina per bambini, raccordo e nebulizzatore Mesh, Custodia

Beurer IH 50 è un aerosol iper-tecnologico. Nonostante la sua efficacia conclamata e indiscutibile, viene commercializzato a un prezzo più che accessibile. Ecco alcune delle caratteristiche che rendono Beurer IH 50 uno dei migliori aerosol in circolazione.

  • Tecnologia. Il sistema a membrana oscillante determina una efficacia straordinaria, di gran lunga superiore a quella degli altri aerosol. I medicinali, infatti, vengono scomposti in particelle sottilissime, inferiori al micron, dunque capaci di garantire un assorbimento totale e completo del principio attivo.
  • Versatilità. Beurer IH 50 è il dispositivo ideale per curare tutte le patologie respiratorie, sia quelle che coinvolgono la zona superiore dell’apparato sia quelle che coinvolgono la zona inferiore. Cura con la medesima efficacia sia la classica asma che le broncopolmoniti.
  • Rapidità. Beurer IH 50 è uno dei più veloci aerosol in circolazione. Infatti, è in grado di nebulizzare una quantità incredibile di medicinale al minuto. Nello specifico, ben 0,5 ml. Ciò riduce enormemente la durata di ciascuna seduta e consente di risparmiare parecchio tempo.
  • Funzioni di sicurezza. Beurer IH 50 vanta la presenza della funzione “spegnimento automatico”. Dunque, è a prova di “distrazione”. Nel caso in cui si lasciasse attivo il dispositivo anche dopo l’uso, esso si spegnerebbe nel giro di dieci minuto. Ciò riduce il rischio di rovinarlo o addirittura romperlo.
  • Accessori. Beurer IH 50 è commercializzato insieme a un kit di accessori completo, in cui spiccano boccagli, mascherine, erogatori nasali. Le misure sono standard, ma adatte all’utilizzo anche da parte dei bambini.
  • Portabilità. Beurer IH 50 è piccolo e leggero. Dunque, può essere portato anche in viaggio.

 

L’aerosol più conveniente: Aozzy Nebulizzatore Portatile

Aozzy portatile mini asma inalatore nebulizzatore Home salute cura bambini nebulizzatore ultrasonico inalatore
  • Questo è solo il dispositivo giusto per il tuo farmaco per asma, bronchite, emfisema e altre malattie polmonari
  • questa nuova unità atomizzatore portatile ultra-efficiente Può essere usata dai bambini e dagli adulti
  • Questo nebulizzatore è stato progettato per fornire una unità compatta, portatile e leggera per ricevere trattamenti di inalazione.
  • I trattamenti possono essere somministrati discretamente grazie alla tecnologia ad ultrasuoni avanzata, che rende il nebulizzatore praticamente silenzioso in funzione.
  • Per la respirazione libera: grazie alla tecnologia dell'aria compressa compressa inalatori dell'alimentatore elettrico, le soluzioni di liquido o soluzioni saline possono essere distribuite più facilmente nel tratto respiratorio, la percentuale di particelle respirabili è particolarmente elevata

Aozzy Nebulizzatore Portatile costa pochissimo. Con una manciata di euro è possibile portarsi a casa un aerosol di buona fattura, in grado di non sfigurare rispetto ai modelli di fascia media o addirittura alta.

Per inciso, è un aerosol ad aria compressa, quindi si caratterizza per una velocità di nebulizzazione buona ma non al livello dei modelli ad ultrasuoni o con membrana oscillante, e per una rumorosità maggiore.

Ad ogni modo, ecco le caratteristiche Aozzy Nebulizzatore Portatile.

  • Dimensioni e peso. Aozzy Nebulizzatore Portatile misura appena 10 x 8 x 7 cm e pesa a malapena 300 grammi.
  • Rapidità di nebulizzazione. Aozzy Nebulizzatore Portatile è capace di nebulizzare fino a 0,37 ml di farmaco in un minuto. Un passo eccellente, in linea con i migliori aerosol.
  • Capacità di nebulizzazione. Nonostate le ridotte dimensioni, Aozzy Nebulizzatore Portatile è in grado di scomporre il medicinale in particelle minuscole, inferiori o pari al micron.